Buddleja Davidii

foglia caduca

 

Il genere Buddleja è costituito da circa un centinaio di specie sia sempreverdi che decidui originari in prevalenza dell’Asia orientale (ma anche del sud Africa), è coltivata ed amata per l’abbondante e copiosa fioritura e viene chiamata anche albero delle farfalle.

La pianta è ramificata dalla base con robusti rami, prima eretti che tornano a dirigersi verso il basso. Le dimensioni medie vanno dai 2 ai 5 m.

Le foglie sono di forma ovato-lanceolate con nervature infossate di sopra e sporgenti di sotto. La pagina superiore è verde e glabra, mentre quella inferiore è bianca–grigiastra cotonosa.

L’infiorescenza è una densa pannocchia conica composta da numerosi mazzetti di fiori agglomerati delicatamente profumati di miele. Il colore dei fiori è azzurro lilla nella specie e varia dal lilla pallido al violetto intenso, ma anche bianco nelle cultivar la fioritura va da agosto a settembre, per prolungarla vanno cimate le spighe sfiorite.

Il frutto è una capsula avvolta dal calice e dalla corolla che sono persistenti. È lunga circa 1 cm e contiene numerosissimi minuti semi che il vento trasporta lontano.

 

La Bluddeja Daviddi si adatta facilmente a qualunque tipo di terreno preferisce posizioni molto luminose, sia al sole che all'ombra parziale. Non teme il freddo, anche se in luoghi con inverni molto rigidi può accadere che la parte aerea si secchi completamente, quando accade, in primavera rispunterà una pianta nuova. 

 

Questa pianta può essere un punto di forte attrattiva se utilizzata in macchia di più esemplari in un grande giardino oppure come esemplare unico, in un giardino di piccole dimensioni, che le farfalle visiteranno sovente nelle ore più calde del giorno e al calar del sole. Può anche essere coltivata in vaso in un terrazzo.