Mentha Spicata

menta romana

 

Famiglia: Labiate

 

Il fusto della menta romana ha ha una lunghezza variabile da 30 cm fino ad un metro; può avere una colorazione che va dal verde al violetto. Le foglie sono semplici, di colore verde più o meno intenso, opposte e per lo più lanceolate e ricoperte da una leggera peluria. 

I fiori sono portati da infiorescenze disposte a capolino o a spiga. 

 

Proprietà:

aromatico, dissetante, stimolante, antisettico, sedativo, tonico-stomachico.

 

Uso culinario:

le foglie di Menta servono in cucina per condire insalate, salse, frittate,  patate novelle; si accompagnano bene con carne di montone, con le verdure e i legumi : piselli, fagioli, lenticchie. Danno sapore alle macedonie di frutta, succhi di frutta, frullati e bibite alla menta. La Menta è spesso usata per aromatizzare il Tè.

 

Uso medicinale:

per uso esterno le foglie fresche pestate e usate topicamente calmano i dolori e il bruciore dovuto a punture di insetti . L’essenza si usa come anestetico per le mucose e in unguento, come refrigerante e contro il prurito (talco mentolato); è utile a gocce per disinfettare l’acqua di dubbia potabilità. Con l’acqua alla menta si fanno gargarismi, inalazioni curative di sinusiti, riniti e faringiti.