Monarda didyma

bergamotto

Monarda didyma o bergamotto è un’aromatica originaria dell’America settentrionale. Si è diffusa in Europa come pianta ornamentale, il suo profumo ricorda quello del bergamotto.
Il nome scientifico deriva da Nicolas Bautista Monardes medico botanico spagnolo (1493-1588) che ha descritto per primo questa pianta e ne ha studiato l’uso medicinale.

Produce cespugli densi, i fusti sottili portano foglie di colore verde scuro con venature rossastre molto profumate, nei mesi estivi sbocciano fiori di medie dimensioni riuniti in infiorescenze di colore rosso molto apprezzati da farfalle e api, asportandoli una volta appassiti se ne prolunga la fioritura.
La Monarda didyma ama i luoghi soleggiati o semiombreggiati, non teme il freddo, in luoghi con inverni particolarmente rigidi è consigliabile potarla fino a terra in autunno, a primavera ritorna a fiorire.

Conosciuta anche con il nome di Beebalm Crimson è coltivata a scopo ornamentale ma ha una lunga storia come pianta medicinale presso i popoli nativi del Nord America i quali le attribuivano una forte azione antisettica e utilizzavano dei cataplasmi per  guarire infezioni della pelle e piccole ferite. Tisane di Monarda erano utilizzate anche come colluttorio, per infezioni della bocca e della gola. Veniva utilizzato come tè dagli indiani Oswego di New York, i coloni ne adottarono l’usanza.