Physalis alkekengi

Alchechengio

Le origini dell’Alkekengio sono Europee e Asiatiche. Coltivato fin dall’antichità per ile sue proprietà medicinali è un’erbacea perenne, i calaci a lanterna che si colorano di arancio a piena maturazione, racchiudono una bacca anch’essa arancione. Parente stretto dello Physalis peruvianus chiamato anche “Cape gooseberry”, hanno similitudini nella forma e nella struttura, si differenziano nella bacca che in questa varietà è molto più grossa, simile ad un pomodoro rivestita allo stesso modo con un calice verde.

L’uso popolare vuole l’Alchechengi ricco di proprietà fitoterapiche, importanti erano l’azione svolta contro i calcoli renali e vescicali, come diuretico e integratore di vitamina C1e2.

I bellissimi calici arancioni seccati sono molto decorativi in una composizione autunnale.

Le bacche, tuffate in un buon cioccolato fondente, sono buonissimi e super decorativi sui dolci.