Betula Alba

foglia caduca

 

La betulla è un albero originario dell'Europa e della Turchia; il nome del genere deriva dal celtico betu che significa "albero", è molto usata come pianta ornamentale per l'eleganza del portamento e il colore decorativo della corteccia e delle foglie.

Raggiunge in età adulta i 20-25 metri di altezza. E' un albero a crescita abbastanza rapida, per raggiungere la sua altezza massima di solito impiega circa vent'anni. I rami sono sottili, le foglie piccole verde chiaro, diventano gialle in autunno; la corteccia è liscia e sottile e con l'età diventa bianca e sviluppa caratteristiche striature nere nei punti in cui si desquama.

I fiori sono riuniti in amenti di sessi separati sullo stesso individuo. I frutti, molto piccoli, appiattiti, bordati da due piccole ali traslucide che permettono di farli spostare dal vento anche di molti metri.

La betulla in natura è un albero pioniere, cresce solitamente al di fuori dei boschi, sui terreni ancora da colonizzare da parte delle piante. E' una pianta rustica, non ha particolari esigenze di terreno, cresce bene in qualsiasi giardino, preferisce comunque i terreni ben drenati, leggeri e sabbiosi, la posizione in pieno sole anche se si adatta a climi freschi con inverni rigidi, sino a 2000 m di altitudine.

 

Le diverse parti della betulla da lungo tempo vengono utilizzate dall'uomo per le loro proprietà medicamentose. La betulla agisce come stimolante della digestione, come febbrifugo ma è sopratutto un potente diuretico. Della pianta si utilizzano le foglie, le gemme e la seconda scorza dei rami